07/09/11

Spaghetti last minute, buoni e anche un po' chic




















Figuriamoci se prima o poi non capita qualcuno che dobbiamo invitare a fermarsi per la cena. Ce la dobbiamo cavare in velocita' e con quello che c'e' in casa.
E come se non bastasse vogliamo stupire l'invitato -definiamolo cosi'- con qualcosa di nuovo e buono da ricordare.
Io ho alcune ricette veloci adatte allo scopo, tutte gia' provate quando io e Anna Maria siamo soli e lei partecipa in qualita' di cavia e giudice inflessibile.
Questa preparazione e' davvero veloce da fare, e' a zero grassi e ha sempre avuto successo.
Conoscete voi un cuoco che non sia contento quando gli fanno i complimenti? Della serie: anche l'ego di un cuoco ha bisogno di essere nutrito.....

Ingredienti per ogni persona
80 gr spaghetti
6 cucchiai aceto balsamico
1 pizzico peperoncino macinato al momento
1 pizzico sale
Scorza di 1/4 di limone
1 cucchiaino di succo di limone
1 coppapasta da 10 cm
1 microplane o equivalente

Preparazione
Mentre gli spaghetti cuociono unire in una casseruola l'aceto balsamico, il sale e il peperoncino.
Non e' necessario che l'aceto balsamico sia di qualita' eccelsa. Anzi e' meglio che sia di qualita' supermercato, perche' lo faremo cuocere e le eccellenze di un aceto piu' vecchio e costoso andrebbero perdute, e quindi sprecate.
Far appena intiepidire, mescolare per far sciogliere il sale e spegnere il fuoco appena prima che spicchi il bollore. Il calore residuo della casseruola operera' la riduzione del balsamico nella giusta, piccola, misura, mentre se bollisse e venisse troppo ridotto il risultato sarebbe dolciastro.
Grattare la buccia di limone alla microplane e tenerla da parte. Mettere il coppapasta nel piatto e tenere il tutto a portata di mano.
Quando gli spaghetti sono cotti togliere la pentola dal fuoco senza spengerlo e metterci subito la casseruola con la riduzione di aceto.  Aggiungerci il cucchiaino di succo di limone e un pizzichino di scorza di limone e passare a scolare gli spaghetti.
Mettere gli spaghetti nella casseruola e mescolare in modo che pasta e condimento si amalgamino. Con forchettone e mestolo fare il classico nido di spaghetti e versarlo nel coppapasta. Pressare con la forchetta per far prendere la forma del coppapasta e spolverare con la scorza di limone rimasta.
Togliere il coppapasta e servire (scommettiamo che alla vista del piatto resteranno tutti di stucco?).
Vedrete che dopo la prima cautelosa forchettata tutti si butteranno a demolire la vostra creazione.


All'assaggio il sapore forte dell'aceto balsamico si e' stemperato penetrando nella pasta, ma ne resta tutto l'aroma.  Il lieve dolcino provocato dalla riduzione e' ben contrastato dal succo di limone, il profumo della scorza da' leggerezza all'insieme.
Il piccantino arriva poco dopo e stuzzica ulteriormente il gusto.
E' a zero grassi.  E' veloce da fare.  E' una novita'.  E' buono.

Ma non vi viene voglia di infilarci la forchetta?

.

25 commenti:

  1. da provare e come l'abbinamento aceto balsamico peperoncino...mi intriga buona giornata Simmy

    RispondiElimina
  2. io infilo la forchetta...anche a quest'ora!

    RispondiElimina
  3. accidenti! ho avuto giusto ieri sera un amico per una cena al volo. grazie corrado, non ci avrei mai pensato. la provo oggi! baciuz

    RispondiElimina
  4. Wow da provare al volo!:)
    Da oggi ti seguo, gli chef hanno sempre idee bizzarre!;)

    Vevi :)
    Passa a trovarmi!

    RispondiElimina
  5. Viene, viene.
    E non voglio ospiti con cui dividerla ;-)

    RispondiElimina
  6. Che bella idea davvero originale ;D

    RispondiElimina
  7. Ciao Corrado! perdonaci il grande ritardo nel venirti a trovare!
    Però la tua pasta ci ha invitato fin qui! originalissimo il mix di sapori e davvero molto semplice da preparare! non esiteremo a provarla!!!
    un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  8. mmmmm mi ispira anche se non sono una fan dell'aceto balsamico

    RispondiElimina
  9. @TUTTI: Grazie a tutti voi. Se la provate tenete conto che il risultato dipendera' dal tipo di aceto balsamico che avete e dalla quantita' di scorza di limone. E' tutta questione di equilibrio, ma vi consiglio di abbondare con sale e peperoncino.

    @STEFANIA: se la servi alla famosa signora puoi aspettarti che esclami "Ma che e', col cioccolato?".

    RispondiElimina
  10. Santo cielo, Corrado, hai evocato un incubo.
    Pero' mi hai fatto pure venire la curiosita' dell'esperimento...;-)

    RispondiElimina
  11. Ciao Corrado ma lo sai che all'accostamento di buccia di limone ed aceto balsamico non c'avevo proprio pensato? Ed effettivamente non avevo mai pensato al sughetto di aceto balsamico... anch'io voglio sperimentare!!! E certamente lo farò presto!!! Solo una domanda. ma secondo te la glassa di aceto balsamico si presterebbe ugualmente alll'esecuzione corretta?
    Ah... dimenticavo: sono tua fan da tantissimo tempo, sia per la tua bravura ma anche per il nome (mio figlio si chiama così!!! eheheheheh) il tuo blog non posso non ricordarlo! Mi ha fatto un immenso piacere leggere oggi il tuo commentino da me :)) grazie mille!

    RispondiElimina
  12. @LUNA: grazie anche a te. La glassa secondo me va lasciata dov'e': e' aceto di bassa qualita', quindi di sapore non buonissimo, con aggiunto dei dolcificanti per mascherare un po, e con anche degli addensanti per rendere il tutto denso e cremoso.
    Io l'ho usato un paio di volte e subito dopo l'ho gettato via. Oltre ad essere una specie di melassa che non mi piaceva io lo digerivo anche male. Ognuno ha i suoi gusti, questi sono i miei.
    CIAO :)

    RispondiElimina
  13. Ciao ! un saluto (purtroppo veloce ) a te ad Annamaria ! chiara

    RispondiElimina
  14. Ciao da Spagna Vigo di nuovo ... dopo una vacanza molto lunga, visitando il vostro blog e ricette .. ho visto prezioso ..... visitate il mio blog .... ho messo la pentola per vedere se ti piace TE SIGO e vi invitiamo a condividere le mie ricette e blog .. baci e abbracci Marimi

    RispondiElimina
  15. Boooona!!! Anche la presentazione mi piace, non sopporto la pasta che "corre" nel piatto...raccolta riceve tutt'altra valenza.

    RispondiElimina
  16. Provata iersera.
    Ero un po' perplessa sulla quantità di aceto, che mi pareva troppa rispetto alla pasta, ma ho seguito scrupolosamente le dosi indicate.
    Il risultato è stato un piatto molto buono e particolare, pare impossibile ma l'aceto è quasi indistinguibile (almeno come parte acida).
    Due soli appunti: uno, la cottura della pasta va tenuta un po' indietro, visto che va poi saltata in padella col sugo e due, bisogna fermarsi prima che la pasta abbia assorbito completamente il condimento perchè poi nel piatto tende ad asciugarsi ulteriormente.
    Bravissimo!

    RispondiElimina
  17. Io ormai viaggio con il last second, di solito mi organizzo surgelando le mie preparazioni, pronte per il passaggio finale, ma devo dire che con un buon piatto di pasta come questo ti senti subito a casa di amici!!!

    RispondiElimina
  18. mi piace il condimento di questi spaghetti last minute!
    la ricetta sarà apprezzata dagli amici di sicuro :)

    RispondiElimina
  19. Copiata!!!! L'idea del piatto veloce e gustoso ma soprattutto d'effetto mi ha conquistata :-D Da provare assolutamente!

    RispondiElimina
  20. viene voglia si! è davvero stuzzicante come idea! me la segno!

    RispondiElimina
  21. Adoro Chic!

    http://pizzafrittaapois.blogspot.com/2011/09/le-linguine-al-curry-dei-disguidi.html

    RispondiElimina
  22. Mai provato a fare un primo all'aceto balsamico, l'ho usato spessissimo x la preparazione di secondi piatti di carne...devo provare e sicuramente sara' buonissimo!!! io sono nuova di blog ti faccio i complimenti x il tuo....bye bye!!!

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Ciao Corrado, ho fatto i tuoi spaghetti e ne ho parlato qui .
    Ti aspetto :))
    Ciao

    RispondiElimina