23/08/11

Corno di bue al riso speziato

Rieccoci al blog. Giornate infuocate, queste. Poco fa il termometro dell'auto segnava 41,5 gradi. Sia in auto che in casa aria condizionata sepre accesa, "a tutta randa".
Con questi caldi non solo c'e' poca voglia di cucinare, ma anche l'appetito viene a fagliare.
Ho preparato un piatto freddo stuzzicante, che puo' fare da antipasto o da piatto unico.
Goloso e profumato di spezie. Buono.




















Non sembra un granche', vero? Ma e' il ripieno che da' vita al tutto. Come sapori e profumi, certo, ma anche come colori. 
Guardate un po' qua sotto....



Ingredienti per 1-2 persone
1 corno di bue di Carmagnola da 25 cm
120 gr di riso da risotti
1 cucchiaio da cucina di curcuma in polvere
1/2 cucchiaino zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di semi di coriandolo macinati
1 pizzico peperoncino tritato
1/4 bicchiere vino bianco
1/2 filetto di acciuga sottolio o sotto sale
1 costa di sedano
8 cucchiai olio e.v.o.

Preparazione
Il corno di bue va cotto e ripulito internamente. Siccome il corno di bue di Carmagnola e' tenero e dolce ho lasciato la buccia, ma se voi la volete togliere fate pure.
Mettere il corno di bue in forno a 100-120 gradi per 10 minuti circa. La temperatura deve essere bassa perche' quello che vogliamo e' ammorbidire il peperone, non bruciarlo. Se vi piace il sapore di bruciacchiato allora lasciate perdere questa ricetta e fatevelo alla griglia.  Qui invece il corno di bue deve ammorbidirsi senza pero' afflosciarsi o diventare rugoso: che tristezza vedere certi peperoni menci, flosci...
Il nostro deve restare bello turgido.
Una volta che il corno di bue si e' ammorbidito bisogna pulirlo internamente. Come fare?
Semplice, basta tagliare via il cappello, ci servira' dopo, e con un coltellino affilato fare un'incisione per tutta la lunghezza, da dove c'era il cappello fino a 1 cm dalla punta. Poi allargare delicatamente i bordi e col solito coltellino affilato tagliare via le costole  e i semi. Attenzione a non tagliare troppo e a bucare le pareti, altrimenti addio preparazione....
Se l'ammorbidimento e' giusto costole e semi verranno via senza problemi.
Ora preparare il ripieno. Cuocere molto al dente il riso in acqua salata, scolarlo bene e allargarlo su un vassoio, in modo che secchi e si raffreddi. Spolverarlo con lo zenzero e con i semi di coriandolo macinati.
Mettere a fuoco medio una padella con l'olio, il peperoncino e l'acciuga. Il mezzo filetto di acciuga va prima asciugato dell'olio (o sciacquato dal sale e asciugato bene). Limitarsi a mezzo filetto, altrimenti il risultato sapra' troppo di acciuga e non si apprezzeranno le spezie.
Far andare 1 minuto mescolando, quindi versare il riso e farlo saltare un altro minuto. Versare il vino bianco e la curcuma e mescolare bene per 1-2 minuti, in modo che riso e spezie siano ben amalgamati. Togliere il riso dalla padella, atrimenti continuerebbe a cuocere (a scuocere, vade retro...).
Far freddare il tutto.
Tritare abbastanza finemente la costa di sedano e mescolarla al riso quando questo e' ormai freddo.
Con un cucchiaino riempire di riso speziato il corno di bue, mettendone di piu' dal lato piu' grande. Sembra ovvio, ma se non si fa cosi' il peperone si affloscera' miseramente: anche l'occhio deve essere accontentato. Mentre si imbottisce provare a vedere se si riesce a chiudere, il risultato deve essere naturale, ne' gonfio ne' floscio..
A questo punto prenderlo delicatamente, ma tenendolo chiuso, e metterlo sul piatto di portata in modo che il taglio resti sotto. Mettere il cappello a chiudere e voila, fatto.
Guarnire con delle foglie di sedano e magari accompagnare col ripieno avanzato.
Consiglio, per apprezzare meglio i sapori, di servirlo a temperatura ambiente. Magari toglierlo dal frigo un 20 min. prima.
Quando e' in tavola scostare il cappello e far uscire un po' di ripieno. Sentirete che gli astanti tratterrano un attimo il respiro (fateci caso) e poi diranno: ma come e' bello.
Affettare (3-4 cm di larghezza) e servire.




















 All'assaggio si sentono ben separati tutti i sapori, speziati e non, e i profumi. I pezzetti di croccante sedano crudo danno freschezza. Il corno di bue, dolcino com'e', e' completato perfettamente dalle varie spezie.
Una novita', praticamente senza grassi.
Si puo' proporre come antipasto o come piatto unico. E' molto fresco, delicato, profumato e saporito. Ve lo consiglio.

.

9 commenti:

  1. Un piatto fantastico e un'ottima soluzione per questi giorni di caldo.Mi piacciono da matti le spezie che hai aggiunto!!
    Buona giornata, Valentina

    RispondiElimina
  2. Ma allora io sono un'eccezione? Qui termometro al momento 51 gradi esatti, aria condizionata a palla e...molta fame come sempre :-)

    Bella ricetta, Corrado, semplice e saporita. Copio, ho tutti, dicasi tutti gli ingredienti in casa.
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. @Valentina: grazie. L'importante e' che il peperone, Carmagnola o no, sia maturo e dolce.

    @Stefania: SI, ma qui e' l'umidita' che ci toglie il fiato :)
    GIA'!! Anch'io ho notato che l'appetito non cala per niente...
    Per la ricetta e' tutta questione di equilibrio tra spezie, le dosi che vedi sono quelle che sono piaciute a noi.
    Quando rifai questa ricetta fammi sapere per favore le tue (e le sue) impressioni :)

    RispondiElimina
  4. diciamo che alle 23.45 non mi viene l'aquolina però trovo questo piatto pieno di qualità!!!
    Fresco, speziato e con la sorpresa ;-)

    RispondiElimina
  5. riso speziato, mi ispira molto, e poi la presentazione è fantastica! complimenti!
    p.s. il caldo mi stressa ma l'appetito...resta :-D
    ciao

    RispondiElimina
  6. A me sembra molto invitante! Lo mangerei assolutamente freddo, credo che rende ancora più appetitoso!
    baci

    RispondiElimina
  7. Corno di bue ripieno...direi ideale per stupire. Ti immagini a mettere del piatto un corno di bue e basta :) e poi svelare il tuo ripieno?!
    Zenzero, coriandolo, acciuga: da provare.
    Tu sì che conquisti l'appetito.

    RispondiElimina
  8. @Ilaria: e se quando rientrassi dal lavoro lo trovassi gia' pronto in frigo? (Fatto da te la sera prima, ovvio, cosa credevi...).
    Allora si che acquolina :)))

    @Francesca: allora non sono solo io ad avere sempre un languorino....
    Allora meglio mangiare questo, molto appetitoso e praticamente a zero grassi :)

    @Giulia: ebbene si, piu' caldo fa e piu' freddo andrebbe mangiato. Tutte quelle spezie lo rendono molto appetitoso.
    PS - Hanno aperto un negozio di prodotti alimentari russi qui a Fireze, appena posso ci faccio un'incursione :)

    @Rossella: come chiamare questo tipo di presentazione: gigioneggiante? :)
    Forma a parte qua c'e' molta sostanza, e' da provare!!

    RispondiElimina
  9. Marcellagiorgio26 agosto 2011 22:49

    Peperoni e riso, un classico della cucina estiva, rivisitato in forma speziata.
    Buono :-)
    Buono anche il peperone di Carmagnola,
    buono e profumato.

    RispondiElimina