10/06/12

Due antipasti estivi con carne speziata, frutta, yoghurt, etc.















Premetto che e' da un po' di tempo che sto cercando la giusta combinazione di carne e frutta.  Dopo varie sperimentazioni adesso sono soddisfatto e vi presento questi due antipasti.  Estivi, freddi, salutari.  E insoliti.
Dalle foto si vede che sono composti da piu' ingredienti, su piu' piattini.   Personalmente quando mi vedo mettere davanti tanti piattini, tipo mezze, gia' pregusto il piacere di piluccare qualcosa qua, qualcosa la', in piena liberta'.
La carne puo' essere pollo, vitello o agnello.   La frutta e' quella di stagione: ciliege e albicocche. Ma potrebbe essere pesca noce bianca, o melone.  O magari qualche frutto esotico, come l'avocado.
Le versioni che presento qui sono preparate con fegato di vitello, ma come ho gia' detto si possono usare agnello o petti di pollo.  O anche vitello, purche' molto giovane.
Sono antipasti a tutto Mediterraneo: oltre a ciliege e albicocche ci sono rucola, pinoli, olio di oliva, formaggio molle alle erbe, coriandolo, yoghurt, limone, zafferano.
Oltre a soddisfare me questi antipasti sono piaciuti molto anche ad Anna Maria,  mia dolce meta' e inflessibile giudice.






Versione 1, senza latticini


















Ingredienti per persona
Cilege mature
1 albicocca
1 fetta di fegato di vitello, meglio sarebbe di agnello
2-3 cucchiai di pesto alla rucola (rucola, pinoli, olio)
Zeste di limone
Farina di mais
Zenzero in polvere

Preparazione
Tutti gli ingredienti dovranno essere di frigo.
Preparare un pesto frullando rucola e pinoli, aggiungendo olio a filo e sale. Niente formaggio.
Snocciolare ciliege e albicocche, tagliando queste ultime a tocchetti.
Tagliare una sottile fetta di carne (fegato nella mia versione, ma voi usate la carne che piu' vi piace) in piccoli pezzi, diciamo di 2 o 3 cm.    Salarli adesso.
Mescolare alla farina di mais un cucchiaino di zenzero in polvere.
Rotolare la carne nella farina di mais zenzerata e friggere brevemente in olio ben caldo.
Asciugare i pezzetti su carta e farli raffreddare.
Impiattare mettendo 2-3 cucchiai di pesto alla rucola in un ciotolino e appoggiarci sopra delle zeste di limone.
Mettere in altrettanti ciotolini le ciliege, le albicocche e la carne. Servire il tutto.

All'assaggio si percepiscono i sapori e i profumi della frutta, che completano il sapore corposo della carne.   Dimenticavo: la carne andrebbe insaporita intingendola poco nel pesto di rucola.  Complessivamente in questo antipasto si apprezzano molti diversi contrasti: tra il dolce profumato della frutta, l'amarognolo del pesto di rucola, pinoli e limone e il sapore di mais fritto e zenzero che ricopre i pezzettini di carne.  Poi c'e' il contrasto di temperatura tra la carne e frutta e pesto, tutti freschi di frigo.   E infine c'e' contrasto tra il croccante della carne e le morbidezze di frutta e pesto.
Che dire? Non si finirebbe mai di infilzare i vari pezzetti.....





Versione 2, con anche latticini

















Ingredienti per persona
La fetta sottile di carne
Farina di mais
Zenzero in polvere
Formaggio morbido alle erbe
Foglie di coriandolo
Ciliege
Yoghurt bianco
Zafferano in polvere

Preparazione
Le ciliege le ho fotografate intere, ma meglio sarebbe anche qui denocciolarle.
Lavorare con le erbe aromatiche preferite un buon formaggio morbido.  Io avevo in casa del Tartare francese e ho usato quello.  Far sciogliere abbondante polvere di zafferano nello yoghurt.  In un ciotolino versare lo yoghurt zafferanato e spolveraci sopra altro zafferano.
Mettere in piattini diversi la carne, le ciliege e il formaggio alle erbe. Su quest'ultimo ci stanno benissimo delle foglie tritate di coriandolo.
In questa versione la carne va intinta nello yoghurt allo zafferano e assaporata assieme al formaggio alle erbe.  E alle ciliege, naturalmente.   Qui i sapori e i profumi sono diversi, ma legano benissimo.




Non vi diro' quale versione mi e' piaciuta di piu'.     
Voi quale preferireste?




















.



5 commenti:

  1. Il mio giudizio è di parte. Adoro il fegato!
    I tuoi esperimenti sono sempre una certezza.

    RispondiElimina
  2. Marcellagiorgio15 giugno 2012 19:11

    Amo il fegato, ma la versione 2 per me è la migliore!

    RispondiElimina
  3. Ti suggerirei di mettere a posto del fegato il cuore di vitello anche per un motivo di consistenza forse più adatta. Ciao a presto.
    loris.

    RispondiElimina
  4. lo sai, sono una fegatofila come te, quindi a tutto fegato!!! e con la frutta ci sta divinamente!
    ciao
    cris

    RispondiElimina
  5. Il fegato è il fegato. E non si tocca. Poi quello di maiale...
    Ciao e complimenti!

    RispondiElimina