16/03/12

Agnello allo zenzero in due cotture, crema di Roquefort e moscato passito


















Questa ricetta partecipa al contest "La Bella Estate", di Terre da Vino, nel quale si chiede di abbinare una ricetta salata all'omonimo moscato passito.  Una sfida intrigante.
In un mio post di qualche giorno fa avevo presentato un'altra ricetta concorrente, un primo, con dei Tajarin conditi con fegatini e Roquefort.
Adesso e' la volta di un secondo, una lombatina di agnello speziata allo zenzero e accompagnata da una crema di Roquefort.  Il tutto, degustato insieme a La Bella Estate e' risultato buonissimo.
L'agnello necessita di qualche cura in cottura, in modo da non sdegnare quelli ai quali l'agnello sembra sempre "poco cotto".  Per i miei gusti l'agnello deve essere cotto al rosa e deve sapere di agnello (altrimenti mi cuocio del vitello e amen), ma non tutti siamo uguali.
Percio' in questa ricetta la carne di agnello e' sottoposta a due diverse cotture, in modo da accontentare tutti.  O almeno lo spero.

Ingredienti per ogni persona

1 lombatina di agnello
2 cucchiai di zenzero in polvere
100 gr di Roquefort
Vino bianco secco
Latte
Olio, Sale

Preparazione
Crema di Roquefort --- In un pentolino e a fuoco basso far sciogliere il Roquefort in poco latte. Attenzione a che l'insieme non venga troppo liquido, deve risultare invece una crema. Tenere in caldo, senza far bollire.
Agnello --- Tenerlo a marinare nel vino bianco per qualche ora. Toglierlo, asciugarlo e metterlo in forno a 180-200 gradi, ma va bene anche una salamandra, per una decina di minuti.  Lo scopo di questa prima fase e' ottenere una cottura uniforme, anche all'interno. 
In una padella ben calda mettere qualche cucchiaio di olio e un cucchiaio abbondante di zenzero in polvere. Far rosolare bene la carne sui due lati, toglierla, salarla con sale grosso macinato al momento e cospargere sui due lati con altro zenzero in polvere. Lo scopo di questa seconda cottura e' la speziatura della supeficie della carne, oltre a darle un bel colore vivace.
Impiattare nappando un lato con la crema di Roquefort calda e servire subito, con a fianco un piccolo bricco con altra crema calda.  Non accompagnare con pane, al massimo qualche grissino.
Ovviamente si consigliera' che ad ogni boccone di carne insaporita di crema si faccia seguire un sorso del moscato passito.



















All'assaggio si e' letteralmente travolti dai diversi sapori, dal dolcino dell'agnello al piccante/speziato dello zenzero, al tipico muffato, appena smorzato dal latte, del Roquefort caldo.
E La Bella Estate completa deliziosamente (goduriosamente?)  il tutto.
Una vera sinfonia.  Provate, vi troverete, silenziosi e concentrati, a gustare tutto l'insieme.

.

11 commenti:

  1. WOW!! GRANDIOSO!!
    Dolce, speziato, piccante, dolce, fantastico gioco di aromi e gusti :-)

    RispondiElimina
  2. ti dirò, mi hai incuriosita!
    buon we corrado ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto ora il tuo commento, ero via per il w-e. Grazie comunque :)))

      Elimina
  3. spettacoloooooooooo!!! un trionfo di sapori, veramente intrigante :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! Lieto che ti sia piaciuto, "dal vivo" e' davvero spettacoloso :)))

      Elimina
  4. una ricetta che conquista in tutti i sensi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :))) Si, ci sono degli abbinamenti insoliti. Dopo qualche prova penso di aver centrato la giusta combinazione.
      CIAO :)

      Elimina
  5. Marcellagiorgio20 marzo 2012 21:41

    Buono si!
    Appetitoso.
    Poi la penso esattamente come te, l'agnello deve sapere di agnello altrimenti che gusto c'è???
    :-)))))

    RispondiElimina
  6. Fai sempre dei piatti squisiti!!!!!
    Riguardo alle rotte se tu avessi bisogno contattami pure sono qui.
    A presto ciao!

    RispondiElimina
  7. Fai sempre dei piatti squisiti!!!!!
    Riguardo alle rotte se tu avessi bisogno contattami pure sono qui.
    A presto ciao!

    RispondiElimina