22/02/12

Esercizio in Giallo





















E' un po' che non scrivo su questo blog. Sara' che il tempo non e' sufficiente, sara' che a volte il tempo c'e', ma manca l'ispirazione, sara' che a volte il tempo c'e' e l'ispirazione pure, ma manca la voglia di cucinare, di fotografare, di scrivere testi o titoli spiritosi.   Sara', sara'...   Non so, ma a volte e'.
Come che sia, eccomi qua.  L'altro giorno in giro per la Rete ho trovato un blog dove hanno lanciato un contest un po' intrigante: ogni mese il tema e' cucinare qualcosa di un colore determinato, in questo caso il giallo dello Zafferano.




















Ora.   Voi mi conoscete, no?     Creare qualcosa di insolito, usando come tema un colore determinato, di un ingrediente determinato, e' una cosa che mi attira.
Pensa e ripensa, componendo mentalmente combinazioni di sapori e aromi, con il vincolo del Giallo dello Zafferano (perche' il tema di questo mese e' il giallo dello Zafferano), ecco cosa mi sono inventato.
Il titolo e', sobriamente (la sobrieta' e' di moda):  "Esercizio in Giallo".   Ma poteva anche essere "Uovo fritto caldo all'aroma di curcuma, in bagno di besciamella allo zafferano e maionese".
Colori a parte il risultato doveva anche essere buono, e da questo punto di vista mi sono stupito da solo: e' buonissimo.
Di piu': di sicuro successo, specie servito come antipasto caldo in una cena chic.   E vai !!!!


Ingredienti per ogni porzione
8-9 cucchiai di Besciamella non troppo densa
3-4 cucchiai di Maionese non troppo limonosa
1/4 di bustina di buon Zafferano in polvere
1 uovo sodo
1 uovo fresco
4-5 cucchiai di Farina di semola
1/2 cucchiaino di Curcuma in polvere
1 cucchiaio di Grana grattugiato
Olio di semi di arachide
Sale

Preparazione
Besciamella: usare le proporzioni indicate nel post del grande Dario Bressanini.   Io ne ho fatta circa 1 litro perche' dopo mi sono anche fatto della favolosa pasta al forno "bianco e fumo" (ma questa e' un'altra storia), ma per questo piatto ne serviranno 8-9 cucchiai, come indicato nella lista degli ingredienti. Nota personale: se la besciamella sembra troppo fluida frullarla un minuto col minipimer e assodera' immediatamente. Tenere comunque presente che il piatto andra' assemblato subito prima di servirlo e che la besciamella deve essere calda, quindi preparare in anticipo una besciamella ben fluida e scaldarla all'ultimo minuto, cosi' da ottenere la consistenza di una crema pasticcera. Altra nota personale: in questa besciamella NON, ripeto NON, aggiungere noce moscata, perche' farebbe a pugni con gli altri aromi.
Quando si scalda la besciamella prima di impiattare aggiungere la maionese mescolando.  Nella maionese si sara' prima prima sciolto (mescolando bene) lo zafferano in polvere. Assaggiare il tutto e aggiustare di sale.
Uovo: fare un uovo ben sodo. Sbucciarlo facendo attenzione a lasciare la superficia piu' liscia possibile.  Sbattere l'uovo fresco, aggiungendo una presina di sale e un cucchiaio di grana grattugiato.  In un piattino mescolare la semola e la curcuma, amalgamando bene.  Passare l'uovo sodo nell'uovo fresco e quindi nella semola "curcumata".  Friggere l'uovo in olio profondo, facendo attenzione a non lasciarci segni e togliendolo prima che da giallo passi a marrone: il risultato dev'essere un uovo con la superficie uniformemente gialla.
Impiattamento: versare la besciamella gialla "zafferanosa", ben calda, a specchio su un piattino individuale e adagiarci sopra l'uovo ancora caldo. Servire subito.

Bello, vero?




















All'assaggio si sentono ben separati tutti i vari sapori, dal latteo della besciamella, a quello stuzzicante della maionese (sullo sfondo), allo speziato dello zafferano. E l'uovo: dal sapore di fritto all'aroma di curcuma, si passa all'interno dell'uovo, tiepido e croccante. La tentazione e' di mangiare l'uovo a morsi, pucciandolo nella besciamella calda, ma forse e' meglio affettare l'uovo e intingerlo nella cremosa besciamella allo zafferano.
Comunque decidiate di mangiarlo sentirete una vera sinfonia di sapori e aromi. Saro' immodesto, ma questo piatto, oltre che elegante a vedersi (chic!), e' anche molto buono.

.

15 commenti:

  1. 1) bentornato
    2) ci vediamo a taste? ci sono il sabato
    3) sullo zafferano in arrivo una news, credo a fine marzo
    4) MI PIACE TUTTO!
    ciao
    b

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Taste: si, che ci vediamo!!! Ci sentiremo sul cellulare :)
      Grazie di tutto!

      Elimina
  2. Bello è bello davvero! E sembra anche molto appetitoso! Bravissimo Corrado!

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. E' difficile fare le cose semplici, ma questo piatto e' anche molto buono!!!!

      Elimina
  4. Carissimo Corrado, per questo tuo esercizio, quasi un compito in classe, il tuo volto è molto molto alto, nella semplicità degli ingredienti ti sei inventato davvero un piccolo capolavoro. Bravo davvero!
    E grazie per la ricetta e la partecipazione, la prossima sarà da Valentina, ovviamente ti aspettiamo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per l'ispirazione che mi date, per me il bello e' proprio l'inventare.
      CIAO :)

      Elimina
  5. io camberei titolo: "Rhapsody in Yellow"!
    e ho detto tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi, e' una buona idea :)
      Tutto bene su al Nord? Il week-end 10-11 Marzo a Firenze c'e' Taste, con tanti, tanti assaggi. E' sperare troppo in una tua scappata qua?
      :)

      Elimina
  6. Bellissimo e sembra anche molto molto buono!!! Complimenti veramente!!
    Mi piacerebbe venire al Taste vediamo se il marito fa una concessione!!!
    Un abbraccio
    Ily

    RispondiElimina
  7. Bello, é bello.
    E sono certa che sia pure buono: ma per me altro che antipasto, me ne farei un paio per pranzo ;-)

    RispondiElimina
  8. Non è bello, è bellissimo, e molto, molto raffinato! Complimenti, come sempre! *-*

    RispondiElimina
  9. bellissimo titolo e molto intrigante la ricetta, perché fare il modesto?! :-D

    RispondiElimina
  10. Marcellagiorgio23 febbraio 2012 20:18

    Bello!
    Bella estetica.
    Sicuramente buono.

    RispondiElimina
  11. Corrado, non ti smentisci mai !!! Sei un vero creativo !!! Ciao.

    RispondiElimina