19/07/09

Pasta mediterranea sotto l'ombrellone




















Un cibo da consumare sotto l'ombrellone deve essere: fresco, facile da digerire (quindi con pochi grassi), appetitoso e di veloce preparazione, non piu' di mezz'ora. Pasta, quindi, condita con ingredienti mediterranei e, soprattutto, al dente.
Su come mantenere la pasta ancora al dente dopo ore dalla cottura tornero' in seguito.

Ingredienti per 4 persone
400 gr di pasta corta
2 peperoni gialli, precedentemente grigliati, oppure anche no
8-10 filetti di acciughe sott'olio
20 capperi sotto sale
Un cucchiaino di olio piccante
Abbondante basilico in foglie

Preparazione
Mettere a cuocere la pasta. Nel mentre, tagliare a piccoli pezzi le falde di peperone precedentemente grigliato. Se non e' disponibile gia' grigliato poco male: tagliarlo a pezzi di un paio di cm e metterlo nel microonde a tre quarti di potenza per 15 minuti. Il microonde funziona tanto meglio quanto piu' l'alimento contiene acqua, quindi per il peperone e' il mezzo di cootura rapido ideale. Certo, grigliato acquista piu' sapore e con questa ricetta potete riciclare le falde di peperone avanzate dal giorno prima, ma in mancanza...
Sciacquare i capperi. Scolare bene le acciughe dall'olio di conservazione. Mettere tutto nel bicchiere del minipimer, aggiungere il cucchiaino di olio piccante e frullare a oltranza. Non dovrebbe essere necessario aggiungere acqua per facilitare la frullatura, ma giudicate voi. Di solito non serve aggiungere sale, ma assaggiate e decidete. Lo stesso per il piccante del peperoncino: se vi sembra poco aggiungetene un po'. Non e' necessario che la crema sia omogeneizzata al massimo, se resta un po' grezza va benissimo.
Scolare la pasta, al dente, allargarla bene su un vassoio e schiaffarla in frigo, nella parte piu' fredda, per circa 10 minuti. Spiegazione: la cottura della pasta avviene con l'azione concorrente di acqua e alta temperatura, quindi se dopo scolata la si passa sotto l'acqua fredda cessa, si, il calore, ma l'acqua che resta sulla pasta ne continua la cottura, rendendola per di piu' collosa. Se invece la si lascia raffreddare a temperatura ambiente il calore interno ne continua la cottura e il risultato e' una pasta scotta. Il frigorifero e' la soluzione migliore.
Dopo circa 4-5 minuti rigirate la pasta in modo da esporre al freddo anche la parte inferiore e rimettete il vassoio in frigo. Dopo la decina di minuti totale travasare la pasta nel contenitore da spiaggia, versateci sopra la salsa frullata e tanto basilico spezzettato. Mescolare bene, ed e' pronta.

Il piatto e' nutrizionalmente completo, con carboidrati, proteine, vegetali e quasi zero grassi.
All'assaggio si trovera' la pasta ben al dente e si apprezzeranno i diversi sapori: il dolce del peperone, il sapore di mare delle acciughe, il sole dei capperi, il poco piccante che appetisce e stimola la digestione.


Questa ricetta partecipa a Sapore di Sfida III - Ricette sotto l'ombrellone

9 commenti:

  1. ciao corrado!!!!
    uh..... sono la prima a leggere la tua delizia!
    mi piace un sacco :-) mi raccomando, continua così :-)
    ciao
    babs

    RispondiElimina
  2. Ciao Corrado!!!!!!
    Un buon primo estivo e saporitoooooo!!!!!!!
    Colorato e caldo come il sole!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. BABS, e
    STEFI: grazie, troppo buone. Questa pasta e' buona anche calda, come l'abbiamo mangiata noi ieri; basta saltarla un minuto in padella.

    RispondiElimina
  4. buonissimi anche in versione veg, senza le acciughe!
    Bravo bravissimo!

    RispondiElimina
  5. Golosastra, se vuoi puoi sostituire le acciughe con mezzo porro affettato e saltato due-minuti-due in olio, giusto per togliergli l'acre.

    RispondiElimina
  6. Una bella ricettina. Io che non mangio pesce
    eliminerò l'acciuga....Ciao.

    RispondiElimina
  7. Che pasta fresca e sfiziosa!

    RispondiElimina
  8. Mi piace davvero, una pasta abbastanza light, il che non guasta...
    Ti ho scoperto per caso, verrò spesso se non ti spiace.
    Ciao

    RispondiElimina
  9. PUPINA, e SOLEMA:
    se vi piacciono le ricette light vi suggerisco di guardare i miei post passati, troverete diverse licette addirittura a "zeo-grassi" e altre a "quasi-zero-grassi".
    Naturalmente siete le benvenute :-)

    RispondiElimina