11/05/11

Bicchiere dolce sopraffacente
























Mi sa che ho preso anch'io il vezzo di fare titoli curiosi.
Vabbe', almeno tento di sfuggire alla banalita'....
Quindi: perche' sopraffacente?
Perche' leggo spesso che un dessert deve essere dolce, perche' e' lultima cosa che gli ospiti degustano ed e' quello che restera' piu' impresso. In breve: per avere successo bisogna sopraffare l'ospite di dolcezze.
Siccome io per i dolci sono negato ho inventato questo bicchiere, costruito a partire da cose piu' o meno pronte e comunque facili da preparare.

Gli ingredienti, a grandi linee, sono....
- un dolce di cioccolato fatto al microonde, 6 minuti, facile, a prova di stupido
- marmellata di albicocche
- uvetta sotto spiriti
- panna montata 
- zeste di arancia caramellate

Dal successo che ha avuto direi proprio che gli ospiti sono stati sopraffatti. Evvaiii !!

Ingredienti, per 2 bicchieri
Forno a microonde
2 bicchieri da acqua o bibita, piu' alti che larghi
150 gr cioccolato al 70%
125 gr burro
3 uova
50 gr farina
250 ml panna fresca
4 cucchiai marmellata di albicocche
2 cucchiai di uvetta sotto grappa, o altro spirito
2 cucchiaini di zeste di arancia caramellate

Si presenta bene, vero?



























Preparazione del dolce al microonde

La ricetta l'ho spudoratamente copiata da Sandra, di Un tocco di zenzero  
Mi ha attirato la velocita' di esecuzione e la sua facilita' (anche se sono andato vicino a bruciarlo, ehm..).
Sciogliere insieme burro e cioccolato, quest'ultimo tagliato a pezzetti piu' piccoli possibile. Si puo' sciogliere il tutto a fuoco bassissimo, mescolando, oppure nel microonde, a potenza minima e controllando spesso.
Battere con le fruste elettriche le uova e lo zucchero. Quando ben sbattuto aggiungere poco per volta la farina, sempre continuando con le fruste elettriche.
Aggiungere burro e cioccolato sciolti e dare un'altro minuto di sbattuta a fruste elettriche.
Con queste dosi il risultato non sara' dolcissimo, ma lo scopo e' proprio quello, in modo che il troppo dolce non stucchi e impedisca di sentire gli altri componenti della composizione. Ma niente paura,il risultato sara' sempre sopraffacente.
Prendere una teglia tonda, che entri nel microonde (piccolo particolare...) e versarci il composto.
A questo punto regolare il microonde a 750 W, o, per certi modelli, a tre quarti della potenza e far andare 3 minuti. Dopo di che aprire lo sportello e lasciare intiepidire per 6-8 minuti. Lo scopo e' dare il tempo alla farina di far rapprendere un po' l'insieme.
Dopo di che far andare il microonde per altri 3 minuti, quindi togliere il dolce e lasciarlo raffreddare completamente. Se vi sembra molliccio niente paura, si finira' di rapprendere mentre si raffredda. Se invece viene fuori gonfio e duro come un sasso, allora o avete sbagliato le dosi o erano piu' di 750 W e il forno era troppo caldo.
Visto adesso il dolce non e' entusiasmante, ma tanto deve essere tagliato e mescolato ad altri ingredienti.


Assemblaggio del bicchiere

Sul fondo mettere due cucchiai di marmellata, che sara' l'ultima cosa che gli ospiti arriveranno a pescare. La marmellata di solito e' ben dolce, quindi lascera' gli ospiti con la bocca buona. Per questo motivo la marmellata deve essere di buona qualita'. Io l'avevo di albicocche e ho usato quella, anche perche', memore della Sacher, penso che l'albicocca leghi bene col cioccolato.
A volte capita che la marmellata sia una massa solida, specie se esce dal frigo, e pertanto difficile da disporre sul fondo del bicchiere senza macchiare le pareti. Bastera' riscaldare a fuoco basso la marmellata e ritornera' quasi liquida, cosi' da poter essere versata (ognuno ha i suoi trucchi...).
Prendere il dolce, ormai a temperatura ambiente e tagliarlo prima a strisce larghe circa 1 cm, poi trasversalmente, in modo da ottenere cubetti di circa 1 cm. Far cadere i cubetti nel bicchiere fino a due terzi dell'altezza, piu' o meno.
Montare la panna, per me senza aggiunte di zucchero. Per voi non so, fate come vi pare. Una volta montata aggiungere l'uvetta, scolata dagli spiriti di conservazione, e mescolate.
Se vi piace usare il sac à poche ("sac" in francese e' maschile) metteteci una bocchetta molto larga. Altrimenti usate il cucchiaio. L'importante e' coprire il cioccolato con una candida montagna di panna.
Su questa aggiungete poche zeste di arancia caramellate (dono della mia amica Marcella, anche detta la "Maga delle marmellate").

Secondo me e' da servire a temperatura ambiente, in modo da gustare tutti i diversi sapori, ma fate voi.





















All'assaggio sentirete il silenzio degli ospiti. Silenzio ogni tanto rotto da qualche mmhhhhh....
Siccome il bicchiere e' stato scelto volutamente alto il consumo di questo dessert procede dall'alto verso il basso, in un viaggio di sapori.
Si inizia dalla panna, insaporita dalle zeste caramellate. Poi, quasi ad ogni cucchiaino si trovano i chicchi di uvetta, che profumano degli spiriti di conservazione. Verso la fine della panna si tirano su anche dei cubetti di dolce al cioccolato, e l'accostamento e' veramente delizioso.
Verso la fine si comincia a consumare insieme cioccolato e marmellata, per finire con dei cucchiaini di marmellata pura.
Un viaggio che sopraffa' l'ospite. E che vi fara' ricordare, non c'e' dubbio.

Facile e veloce.  Provate

.

11 commenti:

  1. Lo sai che io con il microonde ci cucino tanto poco? Lo uso soprattutto per scaldare e scongelare, ma questa ricetta la voglio assolutamente provare!!
    Comunque complimenti questo bicchierino mi sembra mooolto goloso! anche se io non amando molto l'uvetta la sostituirei con delle scaglie di cioccolato!

    RispondiElimina
  2. :)

    Lo sapevo che ti sarebbe piaciuto :P
    Anche io nn uso molto il microonde... ma ogni tanto uno strappo alla regola si può fare, no?
    Grazie della citazione caro Corrado e W la Barbera!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Corrado, ammetto di non aver mai usato il forno a microonde per fare un dolce. Lo uso solo per cioccolate calde (quelle si, le faccio ..) o per sciogliere il cioccolato. Più che altro per un 'idea che ho del forno a microonde (tira fuori tutta la snob che c'è in me .. e lo uso solo per riscaldare o lessare .. poverello...). Però per fare un fondo, o una tortina in effetti ha un senso anche per me. Ed in questo caso credo che eviti alla grande un uso del forno non necessario, accorciando i tempi di cottura. Fra l'altro questo vuole essere un dolce veloce, e cosa c'è di più veloce del forno a microonde (che maltratto così tanto ma in fondo l'ho anche io in cucina ..) ??

    Per questi bicchieri, anche dopo una cena, c'è sempre posto, e si è sempre felici di mangiarli !! Manu

    RispondiElimina
  4. pratico e veloce, la caratteristica che più amo x un dolcetto!

    RispondiElimina
  5. Fantastico questo dolce sopraffacente!Golossissimoooo! Baci, Titti

    RispondiElimina
  6. un dolce per me che sono imbranata coi dolci! "Sopraffacente" è perfetto per questo bicchiere :-)
    potresti partecipare a questo contest:
    http://lericettediminu.blogspot.com/2011/04/il-mio-1-blogcompleanno-e-nuovo-contest.html

    RispondiElimina
  7. Abbinamenti davvero originali e golosi, in fondo è questo che conta in una ricetta riuscita! Bravo Corrado!

    RispondiElimina
  8. Marcellagiorgio16 maggio 2011 23:29

    Ma bravo Corrado!!
    Mi assento un attimo e tu..zac..arrivi con il bicchierino super goloso!!
    Il dolce al microoonde poi mi ha convinto, lo proverò e vi saprò dire a te ed a Sandra naturalmente!

    RispondiElimina
  9. Bravo Corrado, visto che anche con i dolci sei super?
    Tra l'altro questa cottura veloce è perfetta per la stagione calda, non si suda e si soddisfano gli ospiti.
    Mi piace molto la successione dei sapori! ciao!

    RispondiElimina
  10. E io da gran golosa non posso che approvare l'idea :D

    RispondiElimina
  11. adoro i bicchieri golosi hihhih bel blog veramente

    RispondiElimina