15/11/10

Antipasto - Crema speziata di mele

















Chi non mi conosce sappia due cose:
1) - A me in cucina piace inventare  -cioe' creare- e non fare ricette di altri, sia pure un po' modificate. E' difficile, anche perche' in secoli e secoli di cucina tutto o quasi e' stato gia' provato, e percio' la "creazione" e' spesso un inconsapevole plagio. Ma io se non esperimento in cerca di novita' non mi diverto, sono fatto cosi'. L'anno scorso ho anche bandito un contest nel quale sfidavo i foodbloggers che mi leggono a creare una ricetta nuova, c'era solo spazio per la creativita'. E sono anche venute fuori delle squisitezze: QUI l'elenco dei premiati.
Poi,  2) - Per i dolci sono assolutamente negato. Un po' perche' mi piacciono di piu' i sapori salati, ma un po' anche perche' per cucinare dolci si devono rispettare dosi, tempi, temperature e tecniche, e a me queste sembrano imposizioni. A me piace inventare, sperimentare.
OK, OK, nello sperimentare produco anche delle belle ciofeche, ma quelle non le pubblico....  E sono anche debole nella presentazione del piatto.
Ma sono invece fortissimo nel sapore del cucinato: spero solo che prima o poi i foodblogger possano sentire sapori e profumi, anziche' limitarsi guardare le foto e immaginarsi il resto. Scienza e tecnologia fanno passi da gigante, magari in futuro...
Adesso basta divagare, ho scoperto un contest interessante, quello di Arabafelice, nel quale si chiedeva di inventare delle ricette a base di mele. Inventare? Sembrava fatto per me!! Per regolarmi ho sbirciato l'elenco dei partecipanti e ho avuto conferma che la stragrande maggioranza propendeva per i dolci, molti per i secondi e pochissimi per antipasti e primi. E' comprensibile, il sapore dolce della mela mal si presta ad integrare primi o antipasti. Anzi, come richiesto da Arabafelice, la mela non doveva integrare, ma invece essere l'ingrediente principale o uno dei principali. La difficolta' mi ha subito stuzzicato e ho iniziato a pensare a una ricetta adatta al contest.
Ho deciso per un antipasto e dopo vari esperimenti su ingredienti e metodi di cottura ho trovato quella che secondo me e' la giusta combinazione.

Ingredienti, per persona
1 mela Fuji
1 cucchiaio di succo di limone
3 cucchiai di vino bianco
1/4 bustina di zafferano in polvere
un pizzico di curry
2 cucchiai di pancetta a dadini, in
  alternativa 2 cucchiai di petto di pollo
  allo zenzero (vedi preparazione)
1 fetta di pane

Preparazione
Scelta del tipo di mela - Dopo diverse prove ho scelto la Fuji, perche' meno farinosa, piu' croccante e profumata delle altre. La renetta, a cui avevo pensato come prima scelta, e' stata una delusione.
Scelta tra pancetta e petto di pollo - Leggendo il nome scelto dalla proprietaria del blog Arabafelice mi e' venuto in mente che non a tutti la pancetta puo' essere gradita e ho provato una variante. Semplicemente tagliare a dadini del petto di pollo e saltarlo in padella in poco olio e polvere di zenzero. Salare i dadini e toglierli quando sono croccanti. Se si sceglie la pancetta saltarla in padella con poco olio finche' non comincia a croccare.
Tagliare la mollica di pane a cubetti e abbrustolirli in forno o in una padella.
Tagliare la polpa della mela a pezzetti di 1-2 cm, metterli in una casseruolina, coprirli a filo di acqua e aggiungere il succo di limone e il vino bianco. Far cuocere per 4-5 minuti dal primo bollore, non di piu'.
Mettere i pezzetti di mela nel bicchiere del minipimer, aggiungere lo zafferano e il curry e frullare a oltranza. Nel corso della frullatura aggiungere a filo l'acqua di cottura, in modo che il risultato sia una crema un po' fluida.
Siccome durante la frullatura la crema si sara' raffreddata valutate se sia il caso di riscaldarla brevissimamente nel microonde o in padella.
Versare la crema in ciotoline monoporzione e aggiungere mucchietti di pancetta croccante (o di petti di pollo) e di pane abbrustolito.
Servite subito, finche' e' calda. Osservate solo le espressioni di chi se la trova davanti: come minimo sono perplessi, i sorrisi verrano dopo.






















All'assaggio il dolce della mela e' leggermente mitigato dal limone ed e' ben contrastato dagli aromi delle spezie, zafferano e curry. L'aggiunta della carne saltata e del pane tostato aggiunge sapori e completa l'insieme.


















Il bel colore della crema, il sapore speziato e il profumo di mela ne fanno un antipasto nuovo, di sicuro successo.
E' una vera calda coccola, adatta a questi giorni invernali.








Come detto, questo antipasto partecipa al contest di Arabafelice.













.

14 commenti:

  1. Wow, Corrado, riesci sempre a sorprendermi!
    Vedrei benissimo questo antipasto nei verrines, magari sulla tavola natalizia!
    E bravo!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Molto, molto bello.
    Hai interpretato perfettamente lo spirito del contest, grazie!!! Ed in bocca al lupo :-)

    RispondiElimina
  3. Bella soluzione alla sfida della mela...Meglio di guglielmo..tell .(perdonami, perdonami la battuttaccia ti prego...)

    RispondiElimina
  4. che bel colore! in effetti la cremina calda e speziata e la pancetta sfiziosa creano una coccola irresistibile!
    quest'anno non hai pensato a un contest dei tuoi? mi piacciono le sfide...
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  5. e bravo il nostro Corrado! Contunui a stupirci con ogni ricetta
    Complimenti

    RispondiElimina
  6. Bravo Corrado sempre super originale....oltre alla sfiziosità del piatto sei sempre unico nelle descrizioni...mentre leggo ti vedo tutto assorto nell'intento di creare nuove alchimie

    RispondiElimina
  7. Corrado, bellssima ricetta, ma io la vedrei meglio servita nei bicchierini, sarebbe molto chic!

    RispondiElimina
  8. mi piacciono molto le vellutate, le creme. COn le mele ne facevo una, tempo fa abbinata alle carote. Questa mi ispira molto, bella speziata.
    Buona cucina Corrado!

    RispondiElimina
  9. Ciao Corrado, tu sei stato bravo .. io ci sto ancora riflettendo .. drammaticamente !! Ma mi piace l'uso della mela per un antipasto, il suo sapore rinfrescante (e arricchito dalle spezie, che adoro, come ben sai) è perfetto per aprire le danze !!! Manu

    RispondiElimina
  10. Corrado sei sempre originalissimo, bellissima ricetta complimenti, concordo con Cecilia nei bicchierini farebbe una gran figura!!! Buona serata a presto Manu.

    RispondiElimina
  11. Marcellagiorgio17 novembre 2010 23:35

    Anche io sono per i bicchierini, ma penso che tu li troveresti troppo scontati e forse anche troppo usati..non è vero??
    In ogni caso, bicchierini o ciotoline, è proprio un bell'antipastino!!
    E in un bicchiere da martini con fettina di pane tostato o biscottino??
    :-))

    RispondiElimina
  12. Ciao,
    siamo una trattoria siciliana di Milano. Siamo in via Savona. Ci piace il tuo blog.
    Siamo appena partiti, ma posteremo tutto all'insegna della Sicilia: ricette, vini, racconti di città e cultura.
    Se ti va puoi seguirci.
    A presto!
    Trattoria Trinacria
    http://trattoriatrinacria.blogspot.com

    RispondiElimina