17/06/10

Tacchino, coriandolo, curcuma, carotine, etc.



















Questo e' un piatto freddo per una cenetta estiva. Veloce, semplice, ma gustoso.
A me i piatti freddi mettono malinconia. Se mi volete vedere spalancare gli occhi e sorridere mettetemi davanti un piattone di spaghetti fumanti. Parafrasando Snoopy (il famoso bracchetto) potrei dire "la felicita' e' un piatto di spaghetti fumante". Pero' mi rendo anche conto che quando fa molto caldo cucinare e' un filino sfiancante, e sedersi a tavola gia' grondanti di sudore toglie gran parte di quella felicita'.
Quindi? Forzatamente piatti che non richiedano troppi fuochi accesi e che si possano consumare freddi. Verdure? Si, anche, ma a forza di mangiare soltanto verdure ci spunteranno lunghe orecchie e ci cresceranno due grossi denti, sul davanti. Qualche proteina ci vuole, magari carne veloce da cucinare, per esempio carne bianca.
Si, vabbe', anche pesci e crostacei, ma di quelli parliamo nelle prossime puntate.
La missione odierna era utilizzare dei petti di tacchino, acquistati di soppiatto da Anna Maria. A me i petti di tacchino fanno gia' rabbrividire a guardarli, figuriamoci a mangiarli, duri e sciapi come sono. La mia dolce meta' mi frega sempre: "Vanno cucinati, non vorrai mica buttarli via!!".
E allora vediamo di vivacizzare questi smorti petti di tacchino. Usero' delle spezie, anche per dare colore, e accompagnero' con vegetali sia crudi che cotti, giocando un po' con sapori e consistenze.

Ingredienti per 2 persone
200 gr. di petto di tacchino a fette
200 gr. di carotine baby, formato "snack"
Il succo di mezzo limone
2 cetrioli, di frigo
Due cucchiaini di curcuma in polvere
Semi di coriandolo macinati al momento
Una punta di peperoncino rosso secco
Olio evo

Preparazione
Prendere le carotine baby e tagliarle a fette di mezzo cm, al massimo. Le carotine baby sono quelle lunghe un 5-6 cm, si comprano al supermercato, gia pulite e imbustate in atmosfera inerte. Loro le vendono come snack da sgranocchiare durante la giornata, o per tacitare l'appetito indotto dalla dieta pre-costume.
Controllate che siano carotine vere tagliandone una a meta': se si vede al centro la linfa vuol dire che sono vere carotine baby. Se invece non si notano differenze di colore, allora vi hanno imbrogliato, vendendovi delle carotone che sono state messe in una macchina e che vengono fuori ridotte a tante finte carotine.
Mettere tutte le fette di carotine in un pentolino e coprirle a filo di acqua, aggiungere un pizzico di sale e il succo di mezzo limone. Far cuocere finche', assaggiandole, si sentano appena ammorbidite, ma ancora un po' croccanti. Insomma: carotine al dente :)
Tagliare i petti a pezzi di circa 4 x 4 cm e macinarci sopra abbondanti semi di coriandolo, su entrambi i lati. Premere con le dita in modo che il coriandolo macinato aderisca bene alla carne e non se vada in giro durante la cottura.
In una padella fare un fondo di olio evo e aggiungere il peperoncino sbriciolato. POCO peperoncino, vogliamo solo vivacizzare il sapore del petto di tacchino, non restare bloccati a bocca aperta al primo assaggio.
Accendere un fuoco vivo e aggiungere i pezzi di petto di tacchino. Per le carni bianche io sono per cotture veloci e a tutto fuoco. Usando molta fiamma vado controcorrente rispetto ai sacri testi, che indicano che le carni bianche debbano essere cotte a lungo, ma ho le mie ragioni. Le carni bianche sono molto piu' ricche di liquidi delle carni rosse e se si cuociono a lungo si causa che i succhi interni evaporino tutti, col risultato che si mettono in tavola delle durissime solette. Invece con una cottura veloce e ad alte temperature facciamo si' che l'interno sia cotto e che la carne resti morbida e saporita: i succhi non hanno avuto il tempo di evaporare.
Cuocere 3 minuti per lato, salare e spolverare con abbondante polvere di curcuma, su entrambi i lati. Attenzione a maneggiare la curcuma, non fate come me, ho ancora del giallo sotto le unghie....
Lasciar freddare il petto di tacchino nella padella, restera' tenero.
Al momento di mangiare togliere i cetrioli dal frigo, sbucciarli e tagliarli a bastoncini. Scolare le carotine, ormai fredde. Sul piatto di portata fare un fondo con le carotine, accomodarci sopra i petti di tacchino, ora di un bel colore giallo-Agip, e contornare con dei bastoncini di cetriolo sbucciati, freddi di frigo.




















Un bell'insieme di colori, vero?
I petti di tacchino, ora ben saporiti di spezie, accompagnati dalle carotine un po' dolci e dai freddi cetrioli, vi faranno gustare una cenetta, fredda si, ma saporita.
Notare il gioco di consistenze e temperature, tra carne, carotine morbide e cetrioli freddi e croccanti.

Buon appetito :)

.

8 commenti:

  1. Ciao Corrado, i colori del piatto sono vivacissimi, e concordo con te sul fatto che le spezie riescono a rendere gradevole anche il piatto più anonimo. Sono sapore e salute allo stato puro !! Ma lo sai che non sapevo la prova della linfa nelle carotine ?? D'ora in poi farò attenzione anche io. Manu

    RispondiElimina
  2. Anche a mio marito il petto di tacchino fa tristezza, eppure vedi che si possono fare delle bellissime ricette?? Ottima davvero!

    RispondiElimina
  3. così la cena è molto più allegra e colorata! bella la disposizione nel piatto! anche mio marito è un esteta del cibo :-D

    RispondiElimina
  4. Marcellagiorgio17 giugno 2010 23:43

    Certo che il giallo-agip Corrado non invoglia molto, ma alimenta il buonumore..nel senso che mi sto sganasciando!!!
    Allora: mi son divertita, ma il tacchino non mi convince, nenche freddo color giallo-agip.

    RispondiElimina
  5. Complimenti sei riuscito a rende gustoso ed invitante l'anonimo petto di tacchino, mi piace la decorazione del piatto!!!
    Ps:ho organizzato una raccolta di ricette "Sapore di mare", mi farebbe un enorme piacere se tu partecipassi, magari passa a dare uno sguardo! Buon fine settimana saluti Manu.

    RispondiElimina
  6. Colori molto belli!! anche a casa nostra i petti di tacchino non sono amati per niente (tutto il tacchino in generale) ma si può cambiare tipo di carne ed ottenere un risultato profumato e saporito ugualmente, no?

    RispondiElimina
  7. Corrado, ma dove la trovi la curcuma? Io l'ho cercata per mare e per terra, ma evidentemente non nei posti giusti!

    RispondiElimina
  8. Mercoledì 23 giugno p.v. andiamo a cena al Muna!!!!!
    Poi ti faccio sapere!, ciao Corrado un saluto anche ad Anna!!!

    RispondiElimina